Statistiche allarmanti per la sicurezza dei bambini

E’ dimostrato che viaggiare in contro senso di marcia è fino a 5 volte più sicuro, ma solo il 29% dei bambini all’età di quattro anni viaggia nella direzione più sicura in Svezia.Lo dimostra il rapporto della compagnia assicurativa svedese Folksam’s sulla sicurezza in contro senso di marcia.

La Svezia è effettivamente un modello da seguire?

La Svezia è per molti un modello da seguire quando si tratta di sicurezza dei bambini e anche se i numeri sono migliori rispetto al resto d’Europa, sono comunque allarmanti, soprattutto se si nota che la maggior parte dei paesi in Europa sono decisamente peggiori.

Sette genitori su dieci in Svezia viaggiano con il loro bambino fronte strada già all’età di quattro anni. Anche se il viaggio contro senso di marcia è un trend positivo, con un aumento del numero di viaggiatori contro senso di marcia rispetto allo stesso tipo di rapporto nel 2006, i numeri rimangono comunque allarmanti. Non dovremmo essere ingannati e soddisfatti da “una tendenza positiva”. Il cambiamento deve essere fatto più velocemente, stiamo parlando della vita dei bambini!

Sfatare i miti

Si tratta di sfidare lo status quo. La relazione di Folksam mostra che il motivo principale per cui i genitori hanno girato fronte strada i loro figli era “il bambino è troppo grande per il seggiolino ” o che “non c’è abbastanza spazio per le gambe per il bambino”.

Oggi ci sono seggiolini auto sul mercato che consentono di viaggiare contro senso di marcia ai bambini fino ai 125cm che è la lunghezza media per un bambino di 7 anni in Svezia. Naturalmente, siamo consapevoli del fatto che tutti i bambini crescono a ritmi diversi quando si tratta di lunghezza e peso, tuttavia oggi ci sono soluzioni innovative che si adattano alla maggior parte dei bambini e consentono il viaggio più a lungo rispetto all’età di quattro anni.

 

blogginlägg folksam (1)

Come posso fare un cambiamento?

Si tratta di creare consapevolezza. Non abbiamo dubbi che ogni genitore voglia il meglio e la massima sicurezza per il proprio figlio. Ma se le informazioni e le conoscenze non ci sono, come si può adottare l’opzione migliore? Non si può.

Insieme dobbiamo diffondere la voce sul contro senso di marcia, e la possibilità di viaggiare in questo modo per ancora più tempo. I tempi sono cambiati e sul mercato ci sono soluzioni innovative per offrire ai bambini la massima sicurezza possibile e per viaggiare contro senso di marcia il più a lungo possibile. Dobbiamo solo creare un’intesa comune sulla contro senso di marcia e lasciare che il messaggio salvavita raggiunga tutti i genitori in Europa.